Giornata di sensibilizzazione della campagna Fattore K: dibattito e confronto tra pazienti, operatori e studenti

La staffetta non si ferma e Fattore K arriva all'università per una giornata di sensibilizzazione, aperta a tutti, che mira a promuovere modi di comunicare più attenti alle esigenze del paziente oncologico. Mercoledì 14 febbraio 2018 alle 10, la Facoltà di Studi Umanistici dell’Università di Cagliari apre le porte alla mostra fotografica "Sulla pelle" (già esposta qualche mese fa alla Manifattura Tabacchi) che mira a raccontare, attraverso le immagini, il percorso della malattia; Seguirà la proiezione delle video-interviste realizzate dagli studenti ai pazienti, operatori sanitari e medici dell’oncologico. La mostra fotografica è visitabile dalle 10 alle 20 nell’atrio della Facoltà. 

L’iniziativa nasce grazie alla collaborazione del gruppo di pazienti oncologiche ‘Abbracciamo un sogno’ sostenute dagli operatori sanitari dell’Ospedale Businco di Cagliari, con gli studenti del primo anno del corso di laurea in Scienze della comunicazione. Il confronto tra pazienti e studenti si propone di diffondere nuove pratiche di comunicazione in ambito sanitario, nei percorsi di diagnosi e di cura della malattia, attraverso la narrazione delle storie e la produzione di materiale multimediale. 

L’iniziativa è stata supportata dal Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia dell’Università di Cagliari e dalla testata giornalistica online Sardegna Medicina.

Inaugurazione. Mercoledì 14 febbraio alle 10 in Aula Motzo (corpo centrale, secondo piano, Facoltà di Studi Umanistici dell’Università di Cagliari, via Is Mirrionis 1). La proiezione dei prodotti multimediali avrà luogo, dopo l’inaugurazione, in aula 16 (corpo centrale, piano terra, andito sinistro).

SLa mattinata si apre con i saluti istituzionali di Pier Luigi Lecis (Direttore Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia), Rossana Martorelli (Presidente Facoltà di Studi Umanistici) e Maria Teresa Addis (Direttore sanitario Ospedale oncologico Businco). Poi dopo l'introduzione di Elisabetta Gola (coordinatrice corso di laurea in Scienze della comunicazione, insegna Teoria dei linguaggi e della comunicazione) e Maria Dolores Palmas (infermiera dell’Ospedale oncologico Businco di Cagliari), spazio al lavoro dei giovani studenti: Gabriele Garau, Alessandro Steri – ‘Cancro e informazione: l'importanza delle parole’, Camilla Serafini, Chiara Corona, Francesca Ruiu con Gioia Maria Carrus, Claudia Carta, Noemi Sabiucciu, Elena Maria Soro – "I pazienti si raccontano", Andrea Ambu, Daniele Lande, Giulia Enardu, Serena Meles, Filippo Murgia con Gioia Maria Carrus, Claudia Carta, Noemi Sabiucciu, Elena Maria Soro – "Percorsi", Annalisa Mannai, Giada Sirigu, Cristina Atzori – "L'altra parte del cancro". Alle 11 dibattito aperto e conclusioni. 

Per approfondire. Consultare la pagina Facebook dedicata all’evento https://www.facebook.com/events/410294709390754/?active_tab=about